24 ottobre 2017

Facebook, come modificare titolo e immagini di anteprima dei link

La lotta (impari) di Facebook alle fake news penalizza un po’ tutti, ma si può fare qualcosa

Da anni si dibatte sul ruolo che Facebook e in generale i social network dovrebbero svolgere relativamente alle fake news, così qualche mese fa Mark Zuckerberg ha preso la decisione: niente più modifiche a titoli, descrizioni e immagini di anteprima dei link pubblicati su Facebook.

Questo per ovviare al problema delle bufale che inondano il social network più utilizzato al mondo. Un’infinità di articoli clickbait che attirano l’attenzione con titoli molto forti, fornendo poi informazioni del tutto infondate, false, tendenziose e a volte anche pericolose. Qualcuno azzarda persino che Donald Trump possa aver vinto le ultime elezioni USA grazie alle bufale su Hilary Clinton apparse su Facebook, mentre lo scorso settembre lo scandalo fake news che ha visto coinvolta anche la Russia ha fatto perdere il 4,5% a Wall Street al colosso dei social network.

Dallo scorso luglio, quindi, per tamponare la situazione Facebook ha cominciato a vietare la modifica delle anteprime dei link condivisi e pubblicati su Facebook. In altre parole non è più possibile cambiare titolo, sommario e immagine di una notizia esterna pubblicata sul social network. Un bel danno non solo per chi fa del clickbaiting una fonte di guadagno, ma anche per le aziende che utilizzavano questa funzione con correttezza e sana strategia. La funzione infatti era dedicata esclusivamente alle Pagine, non ai profili personali.

Per questo nel web sono spuntati alcuni plugin che permettono di modificare ugualmente titolo e sommario che viene mostrato in anteprima su Facebook, spesso però andando ad influire direttamente su title e meta description. Noi di Fliplab non siamo rimasti al palo e abbiamo inserito all’interno del nostro CMS un apposito tab (applicabile ad ogni pagina o sezione del sito web) che permette di scegliere il titolo, il sommario e la foto che comparirà come anteprima su Facebook in fase di condivisione. Così facendo, possiamo tenere separati i meta tag delle nostre pagine (utili ai fini SEO) dai testi che vogliamo usare, ad esempio, per introdurre un articolo del blog o una pagina dedicata ad un prodotto.

Non si tratta di una manovra che va contro le politiche Facebook, bensì di una strategia per chi utilizza la condivisione come arma di business. Non è infatti un segreto che le informazioni fondamentali quali foto e titolo, siano a volte le uniche che vengono lette e assimilate dai lettori prima di condividere notizie.

Affidarsi quindi a plugin esterni o utilizzare CMS evoluti come quello sviluppato da Fliplab è dunque ad oggi l’unico modo per modificare l’anteprima di un link pubblicato su Facebook.
 

di Alessio Ritucci

COPY & SEO SPECIALIST

24 ottobre 2017
Condividilo
Rimani aggiornato