21/12/2021

Supernova, il social etico che fa beneficienza

I like diventano donazioni... E basta post di odio e fake news. Funzionerà?

"Che ci fai con tutti quei like? Non ci compri mica il pane!" Quante volte abbiamo sentito dire questa frase... E ora potrebbe finalmente essere vera. O meglio, non potremo ancora fare spesa pagando in like con buona pace dei fan di Black Mirror, però forse potremo utilizzare i social network in modo più consapevole, facendo anche del bene.

Questo, almeno, è quello che si auspica Supernova, il nuovo social network lanciato da Dominic O'Meara (scuola Saatchi & Saatchi e TBWA). Probabilmente starete pensando che si tratta dell'ennesimo social network che scomparirà nel giro di pochi mesi tipo Dispo o Clubhouse... E non ce la sentiamo di darvi torto. Però è bene dargli una chance. O almeno provare a capire l'idea che ha smosso i fondatori di Supernova.

Cos'è Supernova e come funziona?

Supernova nasce sulla scia del grande impegno sociale e politico mostrato da Millenials e Gen Z soprattutto negli ultimi tempi. Su questo nuovo social (già disponibile per iOs e in beta test per Android) le aziende potranno pubblicizzare i loro prodotti e servizi, pagando il proprio spazio come avviene giù sulle altre piattaforme, ma il 60% degli introiti pubblicitari di Supernova saranno devoluti ad associazioni umanitarie. La distribuzioni va in base alle preferenze degli utenti: dalla prevenzione del riscaldamento globale alle emergenze sanitarie, dalla protezione degli animali ai diritti umani e così via.

Le parole di O'Meara

L’80% dei Millennials vuole fare acquisti solo da brand che mettono gli interessi della collettività sopra i propri. I grandi pubblicisti sono stanchi dello status quo dei social media: ieri ho incontrato un’azienda con un budget marketing di oltre 10 miliardi di dollari che mi ha detto proprio questo.

Per quanto riguarda il funzionamento dell'app, poco da dire perché è molto simile a Instagram: si possono postare video, foto e commenti. C'è la messaggistica privata e si possono creare gruppi di interesse. La differenza? Oltre a settare la propria foto profilo, bisogna scegliere un campo benefico che si vuole sostenere tra quelli presenti. Così facendo, tutti i like (e i superlike dal valore di 10 like) raccolti sulla piattaforma andranno a incrementare il denaro destinato a quella causa.

 

O’Meara spiega che sarà data grande importanza alla moderazione di commenti e post, effettuata da “un team specializzato basato negli UK che copre turni da 24 ore su 24, 7 giorni su 7. E la nostra intenzione è di sviluppare il gruppo mentre cresciamo, in modo che il nostro team abbia affinità ed empatia con gli utenti da subito”.

Funzionerà Supernova?

 

b303fea8489a2f173c8ed97c0a8e472d7094e2ed_tb.jpg

di Alessio Ritucci

COPY & SEO SPECIALIST

21/12/2021
Condividilo